Premio “Enozioni” di AIS Lombardia

Enozioni a Milano, la rassegna dedicata alle eccellenze dell’enologia mondiale e organizzata dall’Associazione Italiana Sommelier della Lombardia, ha fatto il suo debutto nelle sale del The Westin Palace Hotel di Milano da venerdì 26 a domenica 28 gennaio 2018.

Con la sua prima edizione, Enozioni a Milano si è posta l’obiettivo di gettare le basi per assumere, nei prossimi anni, un ruolo di assoluto riferimento nel panorama delle kermesse del vino meneghine. Un appuntamento fisso di alto profilo emozionale, per l’appunto, che possa soddisfare e condensare, in tre giornate e in un unico luogo, i sogni di tutti gli appassionati, offrendo loro l’opportunità di partecipare a momenti culturali davvero esclusivi attraverso i numerosi seminari e banchi di degustazione organizzati. Ogni incontro viene condotto da autorevoli e preparati relatori che permettono ai partecipanti di entrare in contatto con le denominazioni più celebri a livello nazionale e internazionale, degustando le referenze più prestigiose e ricercate del mondo del vino.

Un programma ricco di appuntamenti, esordito venerdì 26 con una Cena di Gala durante la quale è stato consegnato il premio “Enozioni” a tre personaggi della comunicazione enogastronomica che nel recente periodo si sono particolarmente distinti per le loro iniziative.

Con il premio “Enozioni” AIS Lombardia valorizza coloro che con un contributo personale e unico, si adoperano per la promozione e la diffusione della cultura enogastronomica distinguendosi per una comunicazione sempre efficace e coinvolgente.

Il premio, costituito da una preziosa scultura realizzata appositamente dall’artista toscano Sandro Granucci, è stato consegnato:

– ad Armando Castagno, che nel volume Borgogna. Le vigne della Côte d’Or ha raccolto in una descrizione minuziosa i terroir e le particolarità di una delle aree vitivinicole di maggior interesse e fascino al mondo;

– a Iginio Massari, che con il suo approccio mediatico sobrio, preciso e discreto comunica il mondo della pasticceria e il suo savoir-faire con eleganza e raffinatezza;

– a Luigi Moio, per aver dato un impulso decisivo all’analisi sensoriale con la pubblicazione del volume Il respiro del vino.

La serata, che ha visto la partecipazione di alcuni grandi produttori italiani e dei loro vini, è stata presentata da Tessa Gelisio, conduttrice del programma televisivo “Cotto e Mangiato”.

Enozioni 2018 – I premiati

Enozioni a Milano è entrata poi nel vivo della kermesse con ben undici degustazioni guidate da alcuni tra i migliori relatori dell’Associazione Italiana Sommelier che si sono avvicendati per accompagnare i partecipanti alla scoperta di alcune perle enologiche mondiali. Dai pinot nero dell’Oregon e della Borgogna ai nebbiolo di Barolo, passando per i riesling della Mosella e i sancerre della valle della Loira, senza naturalmente dimenticare le raffinate bollicine della Champagne, protagonista di ben tre degustazioni.

Nella giornata di sabato un grande banco di degustazione ha aperto le sue porte per far conoscere al pubblico oltre trenta cantine in un viaggio da nord a sud che si conclude domenica con altrettante nuove differenti aziende.

Sabato sera nove straordinari vini fanno da partitura a tre relatori d’eccezione che con le loro voci danno vita ad un inno al nettare di Bacco fatto di emozioni, profumi e gusto.

Grande spazio anche ai vini naturali, protagonisti, domenica pomeriggio, di uno straordinario momento di degustazione; con una formula ormai collaudata i partecipanti siedono al tavolo in un confronto vis-à-vis con il produttore.

Programma Enozioni 2018

Appuntamento al 2019 con l’emozione del vino, appuntamento con la prossima edizione di Enozioni a Milano.

No Comments Yet

Leave a Reply