Collezione Artistica di Fornacelle

Bolgheri è una giovane DOC che il 31 agosto ha compiuto 25 anni. Una zona dell’alta maremma che, grazie al Sassicaia, è venuta alla ribalta; un cantuccio di Toscana con un terroir, che più di ogni altro in Italia, si avvicina a Bordeaux. Lasciati da parte i vitigni autoctoni, ecco comparire quelli internazionali, introdotti da Mario Incisa della Rocchetta, interpretati in chiave personale da tutti i viticoltori della zona. L’azienda Fornacelle situata tra Bolgheri e Castagneto Carducci si compone di 15 ettari, di cui 10 vitati con impianti del 1998. In origine la terra apparteneva ai conti Della Gherardesca che, verso il 1800, iniziarono a cedere una “presella” ai capifamiglia dei loro mezzadri. Tra questi troviamo il nonno di Stefano Billi che, attualmente, con la moglie Silvia Menicagli conduce l’Azienda. Fornacelle, non è un nome scelto a caso, infatti in quelle zone sorgevano antichi forni etruschi. Il terreno è costituito da lingue di terra ferrosa mista a sabbia che regalano ai vini mineralità e sapidità; piovosità scarsa, brezze che spirano dal mare e terreno variegato sono le caratteristiche delle vigne che Stefano cura con dedizione maniacale. L’Azienda produce 2 bianchi, Zizzolo Vermentino e Fornacelle, 4 rossi, Zizzolo Rosso, Guarda Boschi, Foglio 38 e Erminia, e un passito, Dedicato a Vincenzino. Il monovarietale è il fil rouge che da vita alla linea artistica di Fornacelle. L’arte è insita in Cantina, ne è un esempio la nuova barricaia, inaugurata a ottobre dell’anno scorso, impreziosita dall’installazione di Franco Menicagli, artista originario di queste terre che vive tra Prato e Donoratico (LI), nonché fratello di Silvia. Sono sue anche due etichette della Collezione Artistica e precisamente Fornacelle e Foglio 38.

Barricaia Fornacelle
Barricaia Fornacelle

Fornacelle 2018 100% Semillon: fermentato e affinato per sei mesi in barrique, regala note di zafferano, frutta tropicale e fiori gialli come il tarassaco. Il sorso è sapido e fresco con un retrogusto piacevolmente ammandorlato.

Foglio 38 Bolgheri DOC Superiore 2015 e 2008 100% Cabernet Franc: vinificazione in barrique aperte di rovere francese, con follature manuali, le stesse in cui affina per 18 mesi. Un vino diretto, verticale e granitico, senza compromessi, di cui certamente non ha bisogno. La beva è facile, ma non banale, un’eleganza che colpisce sia il tecnico sia il winelover. Il bouquet regala sentori di ciliegia, marasca e frutti di rovo in gioventù per poi virare su note di resina, balsamiche, spezie dolci e macchia mediterranea con il trascorrere del tempo.

I vini di Fornacelle
I vini di Fornacelle

Erminia IGT Toscana 2016, un Merlot in purezza: una selezione nata dall’idea di dedicare una barrique di Merlot per la nascita della loro figlia nel 2008. Note dolci e avvolgenti al naso, morbido e vellutato il sorso.

Dedicato a Vincenzino 2016 Fiano in purezza ottenuto da una vendemmia tardiva. Note di zafferano, pesca sciroppata, albicocca e mineralità si sprigionano dal calice. Fresco e sapido un sorso tira l’alto e non sai perché il calice è già vuoto. Un passito dolce, ma non stucchevole. Perfetto sia come fine pasto, ma grandioso abbinato al patè.

dedicato a Vincenzino Fornacelle
dedicato a Vincenzino Fornacelle

I vini di Fornacelle sono il frutto della passione di Stefano e Silvia la forza e l’eleganza, la stessa eleganza che ritroviamo nei calici di questa Azienda a conduzione familiare che è riuscita a interpretare questo territorio con grande personalità.

Stefano Billi
Stefano Billi
No Comments Yet

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi