La Pasticceria Ernst Knam compie 25 anni

Una festa lunga un giorno quella per i 25 anni della Pasticceria Ernst Knam. Vicino a lui il Maestro Gualtiero Marchesi, Chiara Maci e tanti altri

Venticinque anni come se fosse ieri. Lo Chef Ernst Knam ha festeggiato, il 21 di giugno, il quarto di secolo della Pasticceria Ernst Knam, inaugurata nel 1992 con il nome “L’Antica Arte del Dolce”, e ristrutturata nel 2015.
Il connubio tra “vecchio” e “nuovo”, tra tradizione e innovazione, in un continuum ideale tra le creazioni classiche, come la mousse ai tre cioccolati, e le nuove proposte presentate in questa giornata: le monoporzioni, sia dolci che salate, che celebrano la doppia anima di Knam, Chef e pasticcere, e i cioccolatini K, per non dimenticare lo spirito di mâitre chocolatier, fino alla novità assoluta, la nuova linea di macarons dai gusti sorprendenti (gorgonzola, zafferano, foie gras, acciughe, ecc.), che saranno in vendita, come i cioccolatini, da settembre.

Il Maestro Gualtiero Marchesi e Knam

Due momenti per esprimere appieno questi due caratteri, il primo con il Maestro Gualtiero Marchesi, per il quale lo Chef Knam è arrivato in Italia nel 1989. Un discorso che è partito dai primi momenti d’incontro all’interno della cucina di Bonvesin de la Riva, per arrivare alla folgorante carriera in proprio di pasticcere e mâitre chocolatier dello Chef Knam, fino a toccare il rapporto, sviluppatosi negli anni, tra il Maestro e l’Allievo. Coadiuvati da Fiorella Baserga, direttrice di “Italia Squisita”, i due hanno ripercorso il loro cammino, insieme e individualmente, il quale li ha portati a diventare due figure di primo piano nel panorama del food in Italia.

Assaggio della linea di macarons

Il Maestro Marchesi ha colto quest’occasione per ricordare alcuni dei momenti clou del rapporto con Knam, sempre con l’ironia e l’arguzia che lo contraddistinguono, fino a sottolineare l’affetto che ancora li accompagna nei loro incontri: “Noi andiamo perfettamente d’accordo. Abbiamo un feeling, un feeling culturale”, sottolinea il Maestro.

Una sintonia che è stata colta da Fiorella Baserga, moderatrice della conversazione: “Emozionante dopo così tanti anni, “sentire” l’affetto profondo che lega Ernst Knam al suo Maestro Gualtiero Marchesi e percepire, come gli insegnamenti ricevuti dal Maestro, siano stati per Ernst un valore e uno stimolo costante per raggiungere questi importanti traguardi“.

Le 4 stagioni delle monoporzioni

Nel pomeriggio, è stato invece il momento del cioccolato. Con una dimostrazione live, lo Chef Knam ha spiegato al pubblico tutti i passaggi che portano alla realizzazione del nuovo cioccolatino K, dal temperaggio fino alla chiusura della ganache, passando per il ripieno, sia nella versione dolce che in quella salata con gorgonzola.

Ad accompagnarlo e affiancarlo, Chiara Maci, opinion leader e influencer numero uno in Italia nell’ambito food. Un dialogo rivolto al futuro, alle nuove suggestioni della pasticceria e della cucina, ai prossimi obiettivi da raggiungere.

Chiara Maci e Ernst Knam

“Conosco Ernst da qualche anno ed è una persona che stimo come amico e come professionista”, spiega Chiara Maci, “il mio cioccolatino K preferito tra quelli che abbiamo preparato ieri? La versione salata con gorgonzola”.

Un successo e una continua conferma, coronati dalla consegna del premio “Personaggio dell’Anno 2016”, consegnato dal direttore di “Italia a Tavola”, Alberto Lupini.
Nel gran finale, il taglio di una torta speciale, le “Sette Sfumature di Knam”: sablè agli agrumi, cake al limone, gelée di limoni di Amalfi, ganache a base di cioccolato fondente e caffè, il tutto avvolto in un cremoso di cioccolato fondente spruzzato di viola e finito con uno spruzzo leggero di bianco dove, nella trasparenza del bianco, si intravede il viola.

cioccolatini K

Raggiungere i 25 anni di attività è stato un grande traguardo”, spiega Ernst Knam, “ma la cosa più importante è aver festeggiato circondato dagli amici di una vita, dai clienti vecchi e nuovi e da tutte quelle persone che hanno reso possibile arrivare a questo punto. Il futuro? Io non faccio piani, se sono convinto di un progetto, mi impegno per realizzarlo”.

Alessandra Mion Knam e Ernst Knam
Alessandra Mion Knam e Ernst Knam
No Comments Yet

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi