Pasqua 2022 di vino in vino

Che sia Pasqua in famiglia o Pasquetta con gli amici ecco i vini da abbinare ad ogni portata di questo menu delle festa

ANTIPASTO DI PESCE: Blanc di Tenuta Mazzolino

Il classico antipasto pasquale a base di uova sode e verdure, sfiziosi finger food di pesce e torta Pasqualina, non può che sposarsi benissimo con vini a base di uve bianche fresche e leggere come Blanc di Tenuta Mazzolino. 100% Chardonnay dell’Oltrepò Pavese, che affascina per i sentori caratteristici di ananas, scorza di cedro, nocciola e acacia, intrecciati con il tocco di boisé ceduto dai fusti di rovere durante l’affinamento. Prezzo: 24,5 euro

Blanc – Tenuta Mazzolino

ANTIPASTO DI CARNE: T.E.R.S. Malbo Gentile Dop dei Colli di Scandiano e di Canossa di Venturini Baldini

Prima di iniziare il pranzo, una selezione di formaggi e un tagliere dei migliori salumi, dal crudo di Parma al culatello, fino alla coppa: un antipasto ricco e dal gusto deciso, perfetto con un vino rosso strutturato ma con un’evidente acidità, dal finale lungo e persistente come il T.E.R.S. di Venturini Baldini. Un Malbo Gentile Dop morbido, fresco, equilibrato, dove insieme alla frutta rossa emergono interessanti note di spezie dolci. Prezzo: 28 euro

PRIMO PIATTO DI CARNE: Sereno di Villa Santo Stefano

Dal rigore di Wolfgang Reitze, dalla sua passione e la costante attenzione alla massima qualità nasce Sereno, Doc Colline Lucchesi della tenuta Villa Santo Stefano, acquistata dal manager tedesco dell’automotive insieme alla moglie Nina Ruge. Si tratta di un blend 80% Sangiovese e 20% Ciliegiolo e altri vitigni locali; le uve vengono raccolte e selezionate a mano e, dopo la fermentazione di circa 10 giorni in acciaio, il vino riposa in botti grandi di rovere francesi per 12 mesi. Dal colore rosso rubino e riflessi porpora, presenta note di violetta, frutti rossi e spezie. Al palato è fresco con un tannino rotondo e finisce in bocca con un bel frutto. Prezzo: a partire da 20 euro

LA GRIGLIATA DI CARNE: Chianti Classico Docg 2019 Di Castello Di Fonterutoli

Dopo dodici mesi in piccoli fusti di rovere francese, il risultato è un vino – per lo più a base di Sangiovese con un 10% di Merlot – strutturato e intenso, adatto a lunghissimi invecchiamenti, eppure fresco, con sentori di frutti di bosco e sottobosco. Una Riserva importante di incredibile complessità e persistenza, perfetta per il pranzo di Pasqua in abbinamento all’agnello o a primi piatti a base di paste con ragù di selvaggina, secondi di brasati, carni rosse alla griglia. Prezzo: 20 euro

Ser Lapo Chianti Classico Riserva

LA GRIGLIATA DI PESCE: Chardonnay 18 di Monteverro

Mai dare nulla per scontato nel mondo enoico! E se pensando alla Pasqua e ai suoi menù la scelta sembra essere un rosso, Monteverro – tenuta gioiello di Capalbio – suggerisce invece un bianco raffinato ed elegante: lo Chardonnay 2018. Un vero cavallo di razza della cantina dolcemente adagiata sulla Costa d’Argento. È un vino in grado di esaltare le ricette pasquali di diverse tradizioni. Si rivela l’abbinamento perfetto con gli spaghetti alle vongole e ricci di mare, come quelli dell’Hosteria L’Alicina, dello chef Ivan Silvestri. Prezzo: a partire da 90 euroMonteverro vini

IL SECONDO PIATTO CON SELVAGGINA: Conus Lagrein 2018 di Alois Lageder

Della linea Composizioni di Alois Lageder, il Conus Lagrein 2018. È da una decina d’anni che la cantina coltiva il Lagrein sul conoide di Magrè, una zona poco conosciuta per questo vitigno ma in grado di donare delle caratteristiche eccellenti grazie alla dolomia calcarea, che conferisce un carattere rotondo e fruttato a questo vino. Ne nasce un’etichetta biodinamica dal color rosso ciliegia con riflessi rubino, estremamente vigorosa e intensa, perfetta con la selvaggina. Prezzo: a partire da 20 euro

L’AGNELLO: Tinata di Monteverro

Perfetto con l’agnello, portata tradizionale della ricorrenza pasquale, il Tinata è un piccolo gioiellino enoico di Monteverro, tenuta d’eccellenza della Maremma più autentica, dolcemente adagiata sulle colline tra Capalbio e il mare. In un piccolo cru di soli quattro ettari che abbracciano una quercia centenaria, proprio a ridosso della macchia mediterranea e dei suoi profumi, prende vita il Tinata. È un omaggio ai grandi vitigni del Rodano: il Syrah che dona sentore fruttato, corpo e virgore e il Grenache che dà freschezza ed eleganza, creando un vino complesso e di grande profondità aromatica, un’assoluta rarità nella produzione vinicola toscana. Prezzo: da 90 euro

L’ABBACCHIO: Refosco Dal Peduncolo Rosso “186” di Villa Bogdano 1880

Il “186” – Refosco Dal Peduncolo Rosso Doc Riserva della linea Selezioni – è una vera e propria chicca enologica di Villa Bogdano 1880, azienda a conduzione biologica di Lison di Portogruaro (Venezia). Il nome “186” deriva da una specifica particella di vigneto individuata per la produzione del Refosco del Peduncolo Rosso, un vitigno autoctono la cui caratteristica è proprio la colorazione rossa del peduncolo, la parte del rachide (raspo) vicina all’acino. Caratterizzato da aromi di muschio e frutti rossi, tannini morbidi e setosi e un finale persistente, è un vino che si abbina perfettamente a piatti di carne strutturati e formaggi stagionati. Perfetto con l’abbacchio, ricetta romana tipica di Pasqua. Prezzo: 25,80 euro

I FORMAGGI: Recioto della Valpolicella DOCG Classico “Capitel Fontana” di Tedeschi

Dopo le seconde portate non può mancare un tagliere di formaggi, accompagnati ed esaltati nei loro sapori dal Recioto della Valpolicella Docg Classico “Capitel Fontana” di Tedeschi. Un vino dolce prodotto come l’Amarone (di cui è il progenitore), ovvero da grappoli sottoposti ad un periodo di appassimento; dagli aromi di frutta dolce, mora selvatica e mirtillo e dal gusto fresco, elegante ed equilibrato. Oltre a formaggi erborinati e stagionati, si abbina perfettamente a foie gras, dolci secchi, fragole o frutti di bosco. Prezzo: 35 euro

DOLCE CON DOLCE: Moscato di Tenuta Mazzolino

Moscato 

Un tempo era la chiusa perfetta per i pranzi luculliani delle feste: il vino dolce, delicato e leggero traghettatore del fine pasto in solitaria o in abbinamento a un dessert. Con quella sua effervescenza delicata, quella dolcezza non stucchevole è la chicca in bicchiere, da offrire – in occasione di Pasqua – in abbinamento alla Colomba, tipico dolce omaggio a questa festività. Dalla dolcezza non troppo intesa – come tutte le paste lievitate -, una sfumatura aromatica dono della frutta secca e dei canditi, la colomba ben si abbina al Moscato 2021 di Tenuta Mazzolino, delicatamente dolce, fruttato e aromatico, dotato di una buona freschezza. Vinificato con Metodo Martinotti, va servito fresco 8°-10°C. Prezzo: 10 euro

No Comments Yet

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi